guida-ecommerce1.original .png

Complice sicuramente il periodo di lockdown in cui si è verificato un aumento di oltre 1,3 milioni di nuovi consumatori online in un mese: le persone hanno evitato così di uscire di casa e fare lunghe code fuori dai negozi.L’Osservatorio e-Commerce B2C ha stimato la crescita dei negozi online in …

Il vantaggio più importante di un negozio virtuale è sicuramente quello di abbattere le distanze, cioè la possibilità di raggiungere un pubblico potenziale più ampio e globale.

Infatti, grazie alle potenzialità della rete, gli acquirenti che trovano e comprano i nostri prodotti sono nettamente superiori rispetto a quelli di cui potremmo disporre con un negozio fisico.

Alcuni di questi clienti sanno già cosa stanno cercando, altri invece si lasciano “convincere” all’acquisto ad esempio dopo aver visto la nostra pubblicità sui social network.

Quali sono gli step necessari per creare un e-Commerce performante?

In questo articolo (e i successivi su questo tema) non redigeremo un’interminabile lista di consigli o errori da evitare nella creazione del tuo negozio online di successo.

Lo scopo è quello di fornire un’utile e concreta guida per realizzare il tuo progetto e-Commerce e quella che stai leggendo ne rappresenta solo la prima parte.
Per questo articolo quindi ci focalizzeremo su due macro-argomenti:

  • La progettazione dell’attività di vendita online
  • La successiva realizzazione del tuo negozio online

Progettare l’attività di vendita online

Munisciti di carta e penna se necessario, fai un’accurata ricerca di mercato e studia i tuoi competitor. Crea un Business Model e redigi un Business Plan.

Come per qualsiasi altra attività commerciale, è fondamentale creare un progetto che ti preveda costi, tempi e risorse necessarie a permetterti di ottenere dei risultati e ridurre al minimo i margini d’errore.

Per questo, prima di partire hai bisogno di programmare alcune attività che ti aiutino a definire gli aspetti fondamentali del tuo progetto.

Se sai già cosa vuoi vendere sei decisamente un passo avanti rispetto a chi invece ancora non ha trovato il proprio prodotto. Se offri un servizio o un prodotto innovativo sarà più facile emergere rispetto a tutti gli altri: diversamente, dovrai lavorare soprattutto per differenziarti dai tuoi competitor.

Ma se non hai idea di cosa vendere, come si fa a trovare l’idea giusta?

È vero che le persone sono sempre più attratte dai nuovi trend, ma non è detto che questi siano validi indicatori del successo di un prodotto. Per esempio potresti pensare di aver trovato un prodotto vincente, ma non ottenere un riscontro positivo dal mercato.

A volte l’idea vincente potrebbe venire semplicemente da quello che più conosciamo, come hobby, sport praticati o settore professionale di competenza.
Nella maggior parte dei casi invece dovrai armarti di pazienza e compiere approfondite ricerche sul mercato, sui trend e sui prodotti più apprezzati dai clienti.
Trovata l’idea puoi procedere all’analisi del tuo mercato di riferimento e studiare i competitor.

C’è domanda per quel prodotto? Quanto è variegata l’offerta?

Indaga sul problema che vuoi risolvere, cerca di capire se è comune a molte persone e, soprattutto, se e quanto sono disposte a spendere per risolverlo. Individua tutta l’offerta disponibile, studia e monitora come si comportano i tuoi diretti concorrenti: approfondisci la varietà dei prodotti da loro offerti, segui le loro promozioni e la loro comunicazione, comprendi tutti i punti di forza e debolezza, verifica le recensioni dei loro clienti.

Ottenute queste informazioni sei pronto per compilare il tuo primo Business Model.

Il Business Model Canvas

Sintetizzando, un Business Model serve a descrivere e pianificare le attività che renderanno disponibile il tuo prodotto al mercato. Il Business Model Canvas è un framework snello che consente di rappresentare visivamente il modo in cui un’attività intende creare, distribuire e catturare valore per i propri clienti.

Vediamo come applicare le 9 sezioni del Canvas per un progetto di e-Commerce:

Segmentazione dei clienti:

Internet è pieno di utenti, quindi fai un ritratto dell’utente ideale che atterra sul tuo sito e acquista il tuo prodotto. Descrivilo nei minimi dettagli: chi è il tuo cliente, suddividilo in diversi segmenti non solo in base a dati anagrafici (come ad esempio genere, età, area geografica, ecc.) ma anche in relazione a comportamenti, esigenze e bisogni.

Valore Offerto:

Individua il problema che il tuo prodotto (o prodotti) si propone di risolvere. Chiediti: “Perché questo utente che naviga su internet dovrebbe acquistare dal mio shop online?”

La risposta a questo quesito costituisce l’elemento determinante per il successo o l’insuccesso del tuo e-Commerce.

Canali di vendita:

Seleziona i canali di distribuzione: utilizzerai solo il tuo negozio e-Commerce per vendere i tuoi prodotti (canali diretti) oppure ti appoggerai anche a partner commerciali come Amazon e eBay (canali indiretti)?

Relazioni con i clienti:

Definisci le modalità di comunicazione con i tuoi clienti e prospect, ovvero quali sono le azioni che intendi intraprendere per:

  • acquisire nuovi clienti;
  • fidelizzare quelli già acquisiti;
  • aumentare le vendite;
Flussi di ricavi:

Per rendere l’attività sostenibile devi trovare un prezzo per i tuoi prodotti, oltre alle modalità di pagamento disponibili per i tuoi clienti. Questo serve per stimare i ricavi generati dalle vendite dei tuoi prodotti.

Risorse chiave:

Identifica tutte le risorse utili per far funzionare il tuo e-Commerce:
- Stabilisci un budget da investire nel tuo progetto online (le risorse finanziarie necessarie),
- Individua gli strumenti che ti servono per produrre e commercializzare il tuo prodotto;
- Tieni conto delle persone che dovranno aiutarti nella realizzazione di questo progetto, fare tutto da soli spesso non è possibile (le risorse umane di cui necessiti),
- Considera la creazione un marchio per vendere il tuo prodotto, o di brevettare l’idea se è un prodotto nuovo e non presente sul mercato.

Partnership chiave:

Definisci le modalità di collaborazione e le relazioni con i tuoi fornitori o con aziende con cui puoi stringere proficui rapporti di collaborazione o fornitura. Le relazioni professionali e umane proficue rappresentano una risorsa altrettanto importante per il successo e la sostenibilità del tuo negozio online.

Struttura dei costi:

Pianifica tutti i costi che devi sostenere per avviare e sostenere questo nuovo progetto. Definisci quali sono i costi fissi e quali sono i costi variabili.
Per concretizzare la tua idea di e-Commerce il solo Business Model non è sufficiente. È necessario creare un Business Plan dove formalizzare gli obiettivi del tuo business e definire come si intende raggiungerli nel medio-lungo periodo, estrapolare le modalità per monetizzare la tua attività e definire le strategie di vendita.

Non pianificare adeguatamente il proprio business significa quasi sicuramente il fallimento del progetto. Il modo migliore per iniziare un’attività è pianificare con attenzione ogni aspetto rilevante e funzionale al successo del progetto, mettendo nero su bianco gli obiettivi e gli strumenti necessari al loro raggiungimento.
Cerca di essere oggettivo e imparziale, individua tutti i punti di forza e debolezza del tuo progetto e dei tuoi competitor, pianifica dettagliatamente le attività che dovrai intraprendere.

Una volta terminata la fase di pianificazione potrai pensare di realizzare un progetto sostenibile e che ti distingua dalla marea di e-Commerce competitor presenti in rete.
Argomento che tratteremo dettagliatamente nella seconda parte di questo articolo: restate sintonizzati per scoprire REALIZZARE concretamente il successo del vostro E-Commerce.


Credits immagine copertina/p

Articoli correlati

gestionale-ecommerce-b2b.jpg
Un e-Commerce B2B? Vediamo cos'è!Tecnicamente, un e-Commerce B2B si configura nel momento in cui avviene una transazione commerciale a mezzo …
sviluppo-ecommerce-milano.png
Lo sviluppo e-commerce è diventato oggi parte integrante di molte attività online, che si tratti di prodotti o servizi.Grazie all'esperienza …
ecommerce-b2b-trend-2019.jpg
Dopo che per anni i trend sono stati trainati dal solo comparto B2C, con l’offerta eCommerce B2B al fanalino di …
sviluppo-ecommerce-b2b-headless.jpg
Cos’è un’applicazione “headless”Partiamo col chiarire il termine “headless”. In ambito IT si parla di software “headless” (es. “headless Java”) per …
piattaforme-ecommerce-italiane-per-le-pmi.jpg
Come software house attiva nello sviluppo di piattaforme eCommerce B2C e B2B rivolte soprattutto alle piccole e medie imprese italiane, …
woocommerce.png
Cos'è WooCommerce? Per quale tipo di vendita online è più adatto? Cercheremo di fare chiarezza tra le varie offerte disponibili …
funzinoni-ecommerce-b2b.jpg
In una transizione B2B, in particolare, il numero degli agenti coinvolti, in particolare all’interno del flusso decisionale e di approvazione …
B2B-BUYER-IDENTIKIT.jpg
Gli studi sull’identikit dell’acquirente medio dell’eCommerce B2C standard sono ormai ampi e diffusi, un po’ meno frequenti invece quelli sul …
10-strategie-marketing-ecommerce-b2b.jpg
Strategie marketing e eCommerce B2B: i punti chiave imprescindibiliCosì come l’impresa che vende al Consumer, anche l’azienda B2B dovrà – …
tecniche-marketing-ecommerce-b2b.jpg
Nella prima parte di questo piccolo "viaggio" nel marketing dell'eCommerce B2B abbiamo visto come focalizzarsi sul target cliente e sul …
sviluppo-python-django-milano.jpg
Ciao Matteo, innanzitutto raccontaci almeno un po’ di te: come sei arrivato in SAEP ICT e che tipo di percorso …
sicurezza-ecommerce-milano1.jpg
In qualunque processo di acquisto online sono evidentemente coinvolti dati personali che necessitano di particolare protezione e se fino a …
sicurezza-ecommerce-milano2.jpg
Misure di sicurezza per i sistemi eCommerce: cosa dice il DGPR EuropeoLe misure di sicurezza nell’ambito di sistemi di eCommerce …
sicurezza-ecommerce-milano.jpg
Controlli e verifiche periodiche: giocare d’anticipoControlli periodici consentono di agire tempestivamente, di anticipare eventuali attacchi, di scoprire eventuali fallE e …
sicurezza-ecommerce-parte4.original.jpg
Nell’era del cloud quasi tutti gli applicativi eCommerce si appoggiano su servizi di hosting esterno per l’archiviazione e la gestione …
strumenti-del-ecommerce-b2b.jpg
eCommerce B2B: uno, nessuno, centomilaQuando parliamo di eCommerce B2B abbiamo di fronte a noi diverse soluzioni implementative.A ben vedere infatti, …
supply-chain-ecommerce-b2b.png
Qualunque soluzione tecnologica che in qualche misura supporti una o diverse fasi del ciclo di transazioni in ambito B2B, tra …
aperitivo-gruppo.original.jpg
Aper-IT: il nuovo format di networking e formazione IT…con brindisi.Aper-IT (leggi: “aperitì”) è il primo aperitivo di Networking e Formazione …
ecommerce-coronavirus-spesa-online.jpg
Il COVID-19 e il conseguente stato di quarantena nazionale ed internazionale hanno portato ad un aumento incrementale ed improvviso quanto …
ECOMMERCE-B2B-VS-COVID.png
In un recente articolo in cui ci siamo imbattuti nella ricerca di risorse utili per i nostri clienti che operano …
shutterstock.jpg
Leader nel commercio di fragranze, Euroitalia è un’azienda italiana che da oltre 40 anni opera nel settore luxury beauty. I …
output-onlinepngtools_5.png
Sul mercato sono presenti tantissime soluzioni eCommerce preconfigurate, alcune delle quali accessibili persino gratuitamente: queste ultime richiedono tuttavia competenze tecniche …
sviluppo-b2b-headless.jpg
Nell’ultimo biennio ed in particolare nell’ultima importante fase di emergenza sanitaria, le esigenze dei clienti B2B hanno virato verso una …
guida-ecommerce1.png
Prima di cominciare vogliamo ricordarti ancora una volta di quanto sia importante una pianificazione accurata per assicurare il successo del …
tecniche-marketing-ecommerce-b2b.jpg
Cos'è un applicazione headless?Un’applicazione headless è una soluzione che archivia, gestisce e distribuisce dati e contenuti (backend) in maniera separata …